Notizie Legali

Carta diritti dei passeggeri

Informazioni ai passeggeri sul regolamento UE 261/2004

Applicazione

Il regolamento si applica a:

  • passeggeri in partenza da un aeroporto comunitario, oppure in partenza da un aeroporto di un paese terzo con una compagnia comunitaria in arrivo su un aeroporto dell’UE;
  • in possesso di una prenotazione confermata per il volo;
  • che si siano presentati all’accettazione entro l’ora indicata (eccetto che nel caso di volo cancellato) oppure
  • qualora non sia indicata l’ora, che si siano presentati all’accettazione al più tardi 45 minuti prima dell’ora di partenza;
  • che siano in possesso di biglietto a tariffa disponibile al pubblico.

Ritardo del volo

Secondo la regolamentazione EU si considera un ritardo quando un volo è ritardato rispetto all’orario di partenza previsto di almeno 4 ore per voli superiori a 3.500km, di almeno 3 ore per voli tra 1.500km e 3.500km come pure per voli superiori a 1.500km all’interno dell’UE, e di almeno 2 ore per voli fino a 1.500km. Se e previsto un lungo ritardo avete il diritto all’assistenza da parte della compagnia aerea.

L’assistenza prevede pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa, la sistemazione in albergo, se necessaria, e la possibilità di due chiamate telefoniche brevi, fax oppure e-mail. La compagnia aerea non ha il dovere di fornire questa assistenza qualora l’erogazione della stessa causasse un ulteriore prolungamento del ritardo. Nel caso di ritardo di piú di 5 ore avete diritto entro 7 giorni al rimborso del biglietto per le parti non utilizzate, oppure anche delle parti del biglietto utilizzate se lo scopo del viaggio è venuto a mancare, e, se necessario, al trasporto al punto di inizio dell’itinerario.

Overbooking

Se vi viene negato l’imbarco perchè il numero di passeggeri supera il numero di posti disponibili sul volo prenotato, avete diritto da parte della compagnia aerea ad un’assistenza come nel caso di volo ritardato. Inoltre avete diritto al riavviamento con il primo volo alternativo possibile fino alla vostra destinazione, in condizioni adeguate a quelle iniziali.

Se preferite invece viaggiare in data successiva, su un volo a vostra scelta, le spese per l’albergo, i pasti e le bevande, così come il trasferimento, saranno a vostro carico. Qualora vi venga negato l’imbarco, vi spetta un rimborso come esposto nella sezione precedente, oltre ad una compensazione immediata in contanti, tramite assegno bancario, versamento oppure, col vostro consenso, mediante un buono di viaggio. L’importo della compensazionedipende dalla distanza del volo e dal riavviamento offerto, ed è pari a:

  • Eur 250 per distanze fino a 1 500km
  • Eur 400 per distanze comprese tra i 1500 e i 3500 km, e voli intraeuropei di oltre 1500 km;
  • Eur 600 per distanze superiori ai 3500 km.

Se il volo alternativo prevede un arrivo con ritardo di meno di 2 ore per distanze entro i 1500km, di meno di 3 ore per distanze tra 1 500 o 3 500km ovvero per voli intraeuropei superiori ai 1500 km, e di meno di 4 ore per distanze superiori a 3500km rispetto al volo originariamente prenotato, il risarcimento viene ridotto del 50% rispetto ai valori sopra indicati, e cioé rispettivamente a Eur 125, Eur 200 oppure Eur 300.

Non avete diritto ai sopra citati risacimenti qualora vi venga negato l’imbarco per ragionevoli motivi, come p.e. motivi di salute, ragioni di sicurezza generica od operativa, o per mancanza di adeguati documenti di viaggio.

Cancellazione del volo

In caso di cancellazione del volo per il quale siete in possesso di una prenotazione confermata, avete diritto ad assistenza, rimborso oppure in alternativa riprotezione. In alcuni casi avete diritto anche a compensazione monetaria.

Non avete diritto al risarcimento monetario ai sensi del regolamento UE qualora la cancellazione del volo sia stata causata da circostanze eccezionali, che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state prese tutte le misure di precauzione necessarie, come per esempio maltempo, instabilità di carattere politico, scioperi, rischi di sicurezza o sue imprevedibili carenze.

Similmente, non si ha titolo al risarcimento monetario nel caso che il passeggero sia stato preventivamente informato della cancellazione e che:

  • la cancellazione sia stata resa nota con almeno 14 giorni di anticipo rispetto alla partenza;
  • se la cancellazione è stata resa nota tra 14 e 7 giorni prima della partenza e il nuovo orario di partenza non avvenga piú di 2 ore prima rispetto all’orario originario di partenza ed il nuovo orario d’arrivo non sia piú di 4 ore successivo rispetto all’orario d’arrivo originario;
  • la cancellazione sia stata resa nota con meno di 7 giorni di anticipo rispetto alla data di partenza originaria, ed il nuovo orario di partenza non avvenga con un anticipo maggiore di un’ora rispetto alla partenza originale, e quello di arrivo non abbia un ritardo superiore alle 2 ore rispetto a quello originario.
  • VoloVolo + HotelCar
  • Passeggeri